<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=199839833918882&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

COME GESTIRE LE INFESTANTI DICOTILEDONI

ADAMA COME GESTIRE INFESTANTI

Chi possiede terreni coltivati a cereali autunno-vernini è costantemente alla ricerca di una soluzione per gestire la flora infestante, costituita anche da specie dicotiledoni. Queste ultime sono piante erbacee appartenenti alla classe delle Magnoliopside e hanno la tendenza a proliferare nelle stesse aree coltivate a cereali, ma non solo.

Come facile comprendere, la presenza delle dicotiledoni infestanti, va a danneggiare le coltivazioni agrarie, riducendone la resa anche del 60%, pertanto si rendono necessarie una serie di operazioni volte a gestire e arginare i danni provocati da queste malerbe.

In questa ottica si possono mettere in pratica tecniche agronomiche volte a contenere la diffusione delle specie infestanti a vantaggio delle colture agrarie. Vediamo quindi nello specifico cosa prevedono queste tecniche.

Pratiche agronomiche volte a contenere la diffusione delle specie infestanti

Partiamo dal presupposto che tutti gli interventi agronomici sono in grado di influenzare lo sviluppo della flora infestante. Pertanto, non è possibile prescindere dalla corretta esecuzione delle operazioni colturali al fine di ridurre la presenza di malerbe.

Per un’adeguata gestione delle infestanti è importante dunque considerare:

  • Scelta della semente - Uno dei cardini del successo della coltivazione è la scelta di semente idonea sia dal punto di vista genetico (varietà) che agronomico (purezza, germinabilità). Buona regola per un'azienda è l’utilizzo di semente certificata. Le varietà vanno scelte sulla base dell'esperienza passata, ma senza trascurare l’introduzione di nuove varietà più promettenti.
  • Scelta varietale - L’utilizzo di varietà a taglia bassa e con basso potere di accestimento favorisce le infestanti rispetto alla coltura.
  • Densità di seme - Semine più fitte possono avere effetti positivi sul contenimento dello sviluppo delle infestanti.
  • Rotazione colturale - Questa è una delle pratiche agronomiche più efficaci per prevenire problemi malerbologici particolarmente gravi. Le colture di cereali posizionate in una corretta rotazione presentano una flora infestante equilibrata, cioè composta da un numero di specie elevato, ma ciascuna costituita da pochi individui. Il controllo di questo tipo di infestazioni, oltre ad essere più agevole, è anche meno costoso.
  • Lavorazioni del terreno - Gli effetti delle lavorazioni sullo sviluppo delle malerbe dipendono essenzialmente dalla profondità, dal tipo di attrezzo utilizzato e dall’epoca nella quale queste vengono effettuate. La riduzione della profondità di lavorazione avvantaggia lo sviluppo delle malerbe i cui semi verrebbero invece devitalizzati dall’interramento.
  • Tecnica della “falsa semina” - È una pratica molto utilizzata in passato e consiste nel preparare il terreno senza che venga effettuata realmente la semina del cereale. Le erbe infestanti, messe nelle condizioni di germinare, vengono eliminate meccanicamente per poi procedere con la semina vera e propria del frumento.
  • Cover cropping, ovvero la semina di colture di copertura che, in termini pratici, si realizza mediante l’impianto di una coltura erbacea finalizzata alla protezione del terreno e all’aumento della fertilità dello stesso.
  • Diserbo chimico - È attualmente la strategia più diffusa di controllo diretto delle malerbe. Viene attuato mediante appositi prodotti erbicidi o diserbanti, in grado di eliminare le infestanti presenti e inibire la germinazione di eventuali semi presenti. Per la buona riuscita del risultato è importante considerare:
    • La corretta scelta del prodotto erbicida in funzione della flora infestante presente;
    • Stadio di sviluppo dell’infestante e della coltura;
    • Grado di infestazione;
    • Tempestività dell’intervento;
    • Tipologia del terreno e varietà di frumento utilizzata;
    • Stato fitosanitario della coltura

Pubblicato da Adama Italia

Registrati al blog!

Ultimi articoli

Seguici:

linkedin  youtube  instagram if_facebook_circle_color_107175